ARIAPERTA

Presentata questa mattina la stagione estiva 2021 del Teatro Sociale di Rovigo che abbraccia vari generi e tanti luoghi. Quattordici appuntamenti, quindici  serate e tante location. La nostra Fondazione sostiene il Teatro Sociale e l’attività culturale del Comune di Rovigo. Quella che si respira  è proprio “Ariaperta”.

Serate di prosa, un concerto jazz, due appuntamenti di TeatroRagazzi, tre concerti lirici e uno di musica da camera, un balletto, l’opera barocca Serva Padrona, l’opera da camera Ante Lucem e l’operetta Cin Ci Là. Davvero un ricco programma di spettacoli si prospetta per i cittadini di Rovigo e non, accessibili a tutti.

Tante le sedi coinvolte, tre all’aperto e due al coperto: quella dell’ex zuccherificio cittadino ora area CenSer, la Piazzetta Annonaria, la bellissima Villa Badoer a Fratta Polesine,  il gioiello cittadino del Tempio della Rotonda e, infine, il moderno e funzionale Teatro Studio, in gestione al Teatro del Lemming.

Il Teatro Sociale esce all’”Ariaperta” ma conta presto di far rivivere quel luogo per quello che rappresenta e vuole rappresentare.

Fondazione Banca del Monte di Rovigo, in particolare, contribuisce alla realizzazione dell’opera barocca ‘La Serva Padrona’, intermezzo buffo di G. B. Pergolesi, in un nuovo allestimento  nello scenario naturale del giardino della Villa Badoer di Andrea Palladio con i rodigini Gerardo Felisatti alla direzione e Maria Selene Farinelli alla regia  e gli archi dell’Orchestra Regionale Filarmonia Veneta.

Molte sono le collaborazioni per questa “ricostruzione” del teatro che coniuga arte, cultura, territorio e aggregazione sociale. Non poteva mancare la nostra Fondazione.