Melvin Brugges conclude XCORSI 2016-2017

Giovedì  25 maggio, nella Sala Oliva dell’Accademia dei Concordi, si è svolto un eccezionale incontro per le classi degli Istituti superiori di Rovigo che hanno aderito al progetto didattico “Una biblioteca per giovani lettori. Percorsi Gli imperdibili”.  Gli studenti hanno avuto infatti l’opportunità di incontrare Melvin Burgess, uno tra i più conosciuti ed affermati scrittori contemporanei per ragazzi, vincitore di molti premi tra cui, nel 1996, la Carnegie Medal e, nel 1997, il Guardian Fiction Award.

Una delle sue prime e più conosciute opere  tradotte in Italia,  famosa anche per la trasposizione cinematografica, è Billy Elliot, storia di un dodicenne orfano di madre che, nell’Inghilterra thatcheriana degli anni ottanta, vive in una famiglia di minatori in sciopero e decide di lottare  per diventare ballerino, superando ostacoli e pregiudizi in  nome della propria passione per la danza.

L’appuntamento con il grande scrittore ha concluso il percorso didattico “Una biblioteca per giovani lettori. Percorsi” promosso e  organizzato dalla Biblioteca  dell’Accademia dei Concordi e  da Fondazione Banca del Monte di Rovigo, in collaborazione con la Regione Veneto.  Scopo del progetto, arrivato alla quinta edizione, è fornire agli adolescenti percorsi di orientamento nel mondo della lettura e l’uso della biblioteca attraverso un percorso opportunamente pensato e strutturato secondo le loro esigenze.

<<Chissà dove vanno le anatre d’inverno quando il lago ghiaccia>> è stato il filo conduttore del progetto  2016-2017 e la citazione  del giovane Holden rappresenta l’icona perfetta del giovane adulto che mette in rilievo l’attitudine alla riflessione, l’istinto a farsi domande, l’attenzione al mondo, il desiderio di rendersi utile che attraversa i ragazzi al di là delle apparenze più superficiali. Il romanzo di Salinger è rimasto per decenni una bandiera generazionale ed ha contribuito ad aprire una strada molto importante per la produzione editoriale dedicata ai giovani. Così, la medesima citazione  condensa le finalità del progetto che intende incentivare i giovani alla lettura, percepita   come piacere ed emozione, affinchè diventi mezzo di conoscenza e di formazione per lo sviluppo intellettuale, affettivo, sociale e, non da ultimo, di senso critico. Tutto ciò sottende alla motivazione degli enti organizzatori del progetto che sono fermamente convinti nella valenza educativa e formativa della lettura,  che pertanto va incentivata.

In particolare, il progetto Xcorsi 2016-17  ha focalizzato l’attenzione sugli autori imperdibili, quelli che hanno creato i libri migliori per adolescenti, segnando con le loro storie e i loro protagonisti la vita di chi li legge, rendendoli, a volte, indimenticabili, a volte consolatori, a volte decisivi.

Il progetto Xcorsi, quindi si è svolto durante l’anno scolastico contando sulla collaborazione dell’Associazione Culturale Hamelin, ideatrice del progetto “Xanadu – Comunità di lettori ostinati” con l’intento di offrire stimoli e strumenti per leggere la realtà, incentivare la riflessione  e la comprensione di sé, promuovere il confronto e  la comunicazione attraverso il dialogo.
Attraverso  percorsi multimediali i laboratori del progetto hanno intrecciato  diversi linguaggi espressivi: romanzi, racconti, poesie, musica , fumetti, cinema e realtà virtuale. Tutti gli incontri  sono avvenuti in biblioteca dell’Accademia dei Concordi. Non è mancato, ovviamente, il consiglio di testi di lettura nel contesto di una nutritissima bibliografia di letteratura di qualità per ragazzi: il progetto, infatti,  nell’ambito della caotica offerta editoriale della letteratura  giovanile, ha voluto essere di orientamento anche in questo senso. La promozione della  lettura è una forma di educazione e di crescita individuale e sociale, ecco perchè si ritiene vada orientata, tenendo presente che, specie nell’età adolescenziale, realtà e immaginario sono strettamente connessi  e  l’importanza delle storie  va oltre il puro piacere, per diventare autoidentificazione.

Complessivamente hanno partecipato al progetto Xcorsi oltre 200 studenti degli istituti superiori Munerati, Viola-Marchesini, Bernini, Celio.