Mission

La Fondazione Banca del Monte di Rovigo, persona giuridica privata senza fini di lucro, è nata nell’agosto del 1992 in applicazione della riforma del credito introdotta  dalla legge n. 218 del 30 luglio 1990 (Legge Amato). Tale riforma ha determinato la separazione dell’attività creditizia, attribuita alle Casse di Risparmio e Banche del Monte, da quella filantropica, assegnata alle fondazioni, con le finalità di interesse pubblico e di utilità sociale, utilizzando  i proventi e le rendite  del proprio patrimonio che viene investito in attività diversificate. Dagli utili derivanti dalla gestione di questi investimenti, la Fondazione trae le risorse per sostenere attività di interesse collettivo, previste dallo Statuto.

La missione istituzionale della Fondazione è di proseguire nell’attività di beneficenza svolta originariamente dalla Banca del Monte di Rovigo,  ricercando un modello  di filantropia che la porti ad essere risorsa per il pieno sviluppo  delle comunità del proprio territorio di competenza. Le Fondazioni di origine bancaria, quali “corpi intermedi” della società,  svolgono un ruolo molto importante  sia per il rafforzamento  della partecipazione democratica, sia quali motori per lo sviluppo dei territori cui fanno riferimento e a cui appartengono.
Il metodo del confronto e della collaborazione  con i diversi partner, pubblici e privati, portano la Fondazione  a sviluppare sempre più  il ruolo di collettore di risorse  al fine di promuovere progetti di ampio respiro che richiedono decisive funzioni di coordinamento.
Grazie a questa attività, la missione della Fondazione è  sempre più rivolta alla promozione di una dinamica di cambiamento che stimoli nuovi progetti sul territorio nel quadro di un sistema territoriale integrato  nel quale sono chiamati a cooperare  Enti locali, soggetti socio-economici e il variegato mondo del no profit.

L’attività della Fondazione segue specifiche linee di intervento definite dal Documento Programmatico Previsionale che stabilisce le priorità  e gli obiettivi annuali. Coerentemente con quanto previsto nel Documento Programmatico la Fondazione prosegue il proprio cammino  verso gli obiettivi in esso delineati agendo secondo due direttrici: da una parte l’erogazione di risorse a terzi per sostenere le istituzioni esistenti sul territorio e che rappresentano il tessuto vivo della società civile e, soprattutto, iniziative di qualità e progetti innovativi; dall’altra il mantenimento di progetti propri rappresentati da eventi e da iniziative  volti a sperimentare  soluzioni innovative ai problemi sociali.
La Fondazione Banca del Monte di Rovigo persegue esclusivamente scopi di utilità collettiva e di promozione dello sviluppo sociale, culturale ed economico, indirizzando la propria attività nell’ambito dei settori  rilevanti:

–    arte, attività e beni culturali;
–    educazione, istruzione e formazione;
–    filantropia e beneficenza;
–    sport dilettantistico giovanile.

In tali settori la Fondazione dirige la propria attività alla realizzazione di progetti, in particolare nel settore dell’arte e della cultura che ormai costituisce il principale ambito di impegno. Non manca l’attenzione della Fondazione ai settori  dedicati  all’educazione e istruzione e all’assistenza alle categorie disagiate.
Elemento distintivo della Fondazione Banca del Monte di Rovigo è la ricerca e la promozione di iniziative ed eventi che fanno emergere, divulgano e valorizzano la cultura e la storia del Polesine in quanto queste appartengono in modo permanente a tutti i polesani e si misurano in una “moneta” che si chiama identità, coesione, rete sociale creata per durare nel tempo.