TSET – “TRA SCUOLE E TEATRO” 2022

TSET, lo storico festival dei laboratori teatrali dei ragazzi e delle ragazze.

Organizzazione di Fita Rovigo, Nexus, Zagreo e NOI Rovigo con il sostegno e la collaborazione di Fondazione Banca del Monte di Rovigo 

TSET – “TRA SCUOLE E TEATRO” COMPIE 20 ANNI

300 RAGAZZI IN SCENA SUL PALCO DEL TEATRO DUOMO 

Sette spettacoli dal 16 al 25 maggio. Serata finale il 28 in piazza Vittorio Emanuele II nel Maggio Rodigino

Tra Scuole e Teatro è il più longevo festival polesano dei laboratori teatrali dei ragazzi e delle ragazze. Quest’anno il Festival festeggia 20 anni con un’edizione speciale che vede ancora una volta il teatro esperienza di crescita, formazione, cultura. Ancora una volta la Fondazione Banca del Monte di Rovigo è accanto al mondo della scuola e alle realtà organizzatrici sostenendo l’iniziativa, le finalità e i valori che rappresenta e contrinuendo ad inserirlo nella prestigiosa cornice del Maggio Rodigino.

Dalle parole di William Shakespeare all’esempio di Paolo Borsellino, dai testi di Mariangela Gualtieri alle atmosfere di William Golding passando per opere originali, con il prezioso supporto di danza e musica. E un unico obiettivo: mettere in campo tutta l’energia creativa e la genuinità di quasi 300 giovani per parlare della loro contemporaneità e del loro bisogno di esistere e raccontarsi.

Dal 16 al 25 maggio sette spettacoli si alterneranno sul palco del Teatro Duomo – sempre alle 20.45 (ingresso gratuito, prenotazione posto su www.cinemaduomo,it). Per la prima volta, inoltre, la serata conclusiva del 28 maggio alle ore 21, sarà in piazza Vittorio Emanuele II, affidata a due ospiti molto speciali: Traverso Teatro, compagnia teatrale composta da giovani attori professionisti con lo spettacolo sull’adolescenza “Presente!” e la Scuola estiva di teatro educazione che presenterà una dimostrazione di lavoro.

Il programma completo del Festival – organizzato da Fita Rovigo Aps, Associazione Nexus, Noi Rovigo e Associazione Zagreo, in collaborazione e con il sostegno della Fondazione Banca del Monte di Rovigo, la partnership della Fondazione per lo Sviluppo del Polesine e il patrocinio di Comune di Rovigo, Agita, Ra.Re. e Uilt –  è stato presentato, mercoledì 11 maggio, nella sala della Gran Guardia a Rovigo.

Si parte il 16 maggio con due prime assolute: “Caino” di Mariangela Gualtieri portato in scena dall’Istituto di istruzione superiore Ferrari di Este e “Romeo and Juliet” di William Shakespeare allestito dal Drama Club del Celio-Roccati. Il 17 sarà la volta dell’Ic Rovigo 3 – scuola Casalini con “Linea gialla”, scrittura originale dei docenti, mentre il 18 i ragazzi della secondaria di primo grado Goldoni di Ceregnano debutteranno in “L’isola dell’infanzia perduta”, tratto da Il signore delle mosche di William Golding. Il 23 maggio l’Ics di Lendinara presenterà “L’agenda rossa di Paolo Borsellino”, elaborazione dei partecipanti; il 24 il Celio-Roccati con Gic, Giovani in cammino, sarà sul palco con “#Ho preso l’influencer”, liberamente tratto da Sogno di una notte di mezza estate, mentre il 25 maggio vedremo “Plancton” di Cosquillas Theatre Methodology con i Nati dal nulla di Ferrara. Gran finale, poi, in piazza sabato 28 con la consegna degli attestati e del contributo economico alle scuole.

Ampia la rete di collaborazioni che anche quest’anno rende l’evento frutto di un grande lavoro di squadra. Spicca quella con l’Istituto De Amicis di Rovigo, in particolare con la classe 3^ ITT e i docenti Alfredo Pierro e Giuseppe De Biasi che hanno curato la parte grafica di locandine e la brochure del programma.

«Da diversi anni Fondazione Banca del Monte di Rovigo sostiene il progetto Tset, condividendone obiettivi e attività – afferma il presidente Giorgio Lazzarini. L’iniziativa ha il pregio, tra gli altri, di rendere protagonisti i giovani non solo come attori ma anche artefici della loro stessa formazione, in un contesto che facilita la consapevolezza delle proprie capacità e l’individuazione delle proprie attitudini, anche in prospettiva di una strada professionale. Riservando attenzione al mondo della scuola e offrendo opportunità formative nell’ambito delle stesse scuole, la Fondazione stimola progetti che esulano dalla tradizionale attività scolastica ritenendo il teatro veicolo di cultura e arricchimento personale e collettivo».

«Dopo due anni di pandemia – spiegano gli organizzatori Fita Rovigo Aps, Nexus, Zagreo e Noi Rovigo – siamo orgogliosi ed entusiasti di poter presentare alla città un festival ricco di contenuti che vuole essere una preziosa occasione di incontro e confronto per partecipanti e spettatori. Il teatro che nasce nelle scuole è sempre sorprendente, per i temi affrontati, per l’impegno dei giovani, per l’originalità degli approcci, per le riflessioni mai banali che stimola anche agli adulti. Vi invitiamo, pertanto, tutti al Teatro Duomo a godervi questi spettacoli e ad applaudire i nostri ragazzi».

Per informazioni 347 1389682 – 349 4297231 – trascuoleeteatro@gmail.com – Facebook Tra Scuole e Teatro

PROGRAMMA COMPLETO

TRA SCUOLE E TEATRO 2022Ingresso gratuito (con mascherina FFP2)

Inizio spettacoli ore 20:45 (prenotazione posto www.cinemaduomo.it)

LUNEDÌ 16 MAGGIO 2022 – CinemaTeatro Duomo

“Caino” 

di Mariangela Gualtieri

adattamento a cura del laboratorio teatrale

I.I.S. G. B. Ferrari – Este (Pd)

+

“Romeo and Juliet” 

di W. Shakespeare

Liceo “Celio-Roccati” – Drama club

DURATA complessiva 80 minuti con intervallo

“Caino” 

Il laboratorio teatrale “Elisa” nasce nel 2000 per volontà di alcuni insegnanti dell’Istituto, in un’ottica di completamento della formazione scolastica: a partire dagli stimoli culturali che il liceo propone, i ragazzi hanno la possibilità di sperimentarli attraverso il corpo e la voce e la relazione con gli altri.

“Caino” di Mariangela Gualtieri è stato il testo di partenza per il laboratorio di quest’anno. I ragazzi si sono confrontati, prevalentemente, con il tema dell’invidia nelle relazioni, quel sentimento che porta alla distruzione anche delle cose che si amano. Come i fratelli. Come la terra. Dalla distruzione si sviluppa un’umanità che accoglie in sé anche il male. Il laboratorio è cominciato qualche settimana fa e porterà al Festival un primo studio sul lavoro svolto e che svolgerà.

CON: Andreetto Riccardo, Baldo Elia, Bellon Rocco, Bertazzo Giorgia, Bertazzolo Giulia, Bertin Sara, Bin Lorenzo, Boraso Camilla, Cangiano Dafne, Carlin Pietro, Cavallini Costanza, Cogo Edoardo, De Checchi Linda, De Riva Matilda, Fazion Anna, Ferraccioli Francesco, Ferraretto Sofia, Ferro Fiorella, Finco Tommaso, Fornasiero Alice, Fornasiero Benedetta, Gaino Camilla, Germinian Edoardo, Ghiotto Emma, Girardi Irene, Grosselle Francesco, Manfrin Caterina, Manfrin Martina, Marchetto Virginia, Maron Linda, Martinelli Matilde, Milaqi Keisi, Morato Irene, Ottolitri Chiara, Pasetto Tania, Pastorello Benedetta, Pezzin Giada, Piva Irene, Piva Stefano, Polato Elisa, Polato Gabriel Francesco, Pulze Ludovica, Quaglia Marta, Rosato Andrea, Saffioti Carlo, Schio Davide, Secchieri Giulia, Sguotti Irupè, Spinello Emma, Spinello Mario, Trevisan Tommaso, Vallarin Giada, Zen Angelica, Zovi Emma.  Regia: Emilio Milani

“Romeo and Juliet” 

Il Drama Club Celio Roccati – Teatro in lingua inglese 2021-22 è un’attività extracurriculare per studenti di tutte le annualità del Liceo Linguistico e Classico Celio Roccati, la maggior parte dei quali senza alcuna esperienza teatrale pregressa. L’idea di costituire un gruppo teatrale è nata in seguito alla forte esigenza di socializzazione manifestata dagli studenti post-emergenza sanitaria che la scuola ha prontamente accolto. La scommessa è stata di sfruttare le loro doti personali di canto, ballo, recitazione e capacità espressive in lingua inglese per la realizzazione di un’opera impegnativa come Romeo and Juliet di W. Shakespeare, seppur con oggetti di scena strettamente legati alla loro realtà scolastica.

L’obiettivo perseguito è stato ritrovare un senso di collaborazione e responsabilità collettiva.

CON: Barion Luca, Bassi Anna, Begu Cristina, Begu Meghi, Bianchini Gabriella, Boaretto Maria, Bolaya Tshimaka Elohim, Borsetti Gloria, Bortolami Giulia, Boselli Vittorio, Botezatu Nina, Calzavarini Anna, Cavallaro Sofia, Cepillo Florence, Ceregatti Chiara, Chiarello Piera, Contiero Margherita, Ennio Aurora, Fiore Sandy, Fornasiero Benedetta, Franchi Annachiara, Guerra Viola, Guindani Jade, Malucelli Sara, Minella Irene, Mures Francesca, Natale Michela, Passadore Angela, Petrone Elisa, Pizzolato Sara, Raminella Giorgia, Requas Saadia, Romanini Vittoria, Ruzzante Aurora, Schiesaro Irene, Serbenski Eleonora, Spedicato Tommaso, Stocco Eleonora, Stocco Sofia, Stoppa Asia, Tognin Lucia, Zangirolami Ilaria, Zogno Francesca

Attività coordinata dalle docenti: Miriam Orlando, Cinzia De Vincentiis

 

MARTEDÌ 17 MAGGIO 2022 – CinemaTeatro Duomo

“Linea Gialla” 

scrittura originale dei docenti

I.C. Rovigo 3 Scuola Secondaria di primo grado “Casalini” – Rovigo

DURATA 60 MINUTI

Si parte con in mente una meta, ma nel percorso quante cose possono accadere. Ci sono incontri inattesi che cambiano la vita o la prospettiva su di essa, su di sé, sugli altri, che minano le nostre certezze, la nostra routine e aprono squarci di novità, talvolta di speranza. Fare spazio per chi si vuol sedere sul sedile accanto al nostro e condividere un pezzetto di strada può voler dire far spazio dentro di noi… ed ecco che il viaggio in treno diventa facile metafora del viaggio della vita e della nostra disponibilità a lasciarci coinvolgere, a volte sconvolgere, del coraggio di scegliere di cambiar meta se ci accorgiamo che quella prefissata non la sentiamo davvero ‘nostra’… del coraggio di vivere da protagonisti, non da comparse della nostra esistenza. I ragazzi sono stati i protagonisti diretti di ogni fase del lavoro offrendo molto spesso idee, suggerimenti, correzioni per la realizzazione del copione e delle scenografie. La speranza di andare in scena e il desiderio di normalità sono stati gli stimoli che hanno accompagnato insegnanti ed alunni in questi mesi nella realizzazione dello spettacolo.

CON: Agnoletto Anna, Ambrosi Mattia, Artosi Amanda, Astolfi Federico, Barion Aida, Berto Margherita, Bianchini Francesco, Brigato Nicola, Brunello Marco, Celeghin Saya, Dolcetto Pietro, Dona’ Aurora, Ferraresi Penelope, Franceschini Alex, Ghirardini Susanna, Gorgoni Jennifer, Gresele Francesco, Lago Aurora, Lazzarini Pietro, Macri’ Martina, Moscatello Emma, Pirani Anna, Pomari Carlotta, Raimondi Pietro, Scarpignato Elisa, Sochirca Alexandr, Tanese Hilary, Trentini Davide, Udeh Gloria, Zorzino Caterina

Ex Studenti: Brunello Luca, Sasso Francesco.

Attività coordinata dai docenti: Sonia Andrioli, Matteo Ferlin, Angela Merlin, Graziella Nania, Natascia Padoan, Sara Piffer, Silvia Ramazzina, Silvia Rossin

MERCOLEDÌ 18 MAGGIO 2022 – CinemaTeatro Duomo

 “L’isola dell’infanzia perduta” 

liberamente tratto da “Il signore delle mosche” di W. Golding

I.C. Villadose Scuola Secondaria di Primo Grado di Ceregnano

DURATA 45 MINUTI

Un gruppo di ragazzi dai 10 ai 13 anni si ritrova su un’isola deserta a seguito di un incidente aereo. Senza la presenza degli adulti, i ragazzi dovranno imparare a sopravvivere dandosi delle regole e stabilendo dei ruoli. Ben presto il gruppo si troverà a fare i conti con la fame e la paura irrazionale di creature mostruose e si dividerà in due fazioni guidate da altrettanti leader: uno razionale e organizzato, l’altro autoritario e aggressivo. Sarà scontro aperto tra due idee opposte di convivenza con gli adolescenti che inconsciamente imiteranno il mondo degli adulti. Un mondo sconvolto dalla guerra.

Il progetto teatrale della scuola “Goldoni” nasce dalla volontà di sensibilizzare gli alunni alla condivisione e alla conoscenza reciproca, in un contesto che tende invece a massificare l’uomo e renderlo insofferente o indifferente verso l’”altro”. Tra gli obiettivi del percorso, socializzazione, prevenzione del disagio, inclusione, potenziamento dell’autostima e della fiducia in se stessi.

CON: Alice Barbieri, Anna Bellini, Sara Bellucco, Ilaria Canella, Matilde Costa, Gaia Franchi, Jacopo Gazzieri, Manuel Giuriato, Pietro Marzolla, Manuel Mattioli, Agnese Mirandola, Tommaso Munaro, Sofia Victoria Nagy, Federico Roccatello, Edoardo Rossi Luis, Saltarin Enrico Giulio, Maria Giovanna Scaranello, Elena Secchieri, Mihaela Nicoleta Tatoi, Riccardo Turolla, Nicolò Zecchini.

GRUPPO SCENOGRAFI: Michelle Battaglia, Bryan Bellucco, Giulia Caniato, Andrea Corrain, Anna Marzolla, Matilde Brombin, Filippo Doria, Dall’Ara Francesco, Angela Liao, Giorgia Martinello, Filippo Munaro, Sara Padovan, Gioia Brazzorotto, Giulia Bressan, Giulia Marchioro, Beatrice Marchetti, Elena Sassi, Irene Zampiroli, Sara Zampiroli, Luna De Stefani, Carlotta Pastelli.

Attività coordinata dai docenti: Roberta Benedetto, Tonina Vegnuti, Laura Rigotto, Lidia Rigotto, Paolo Garbin

LUNEDÌ 23 MAGGIO 2022 – CinemaTeatro Duomo

“L’agenda rossa di Paolo Borsellino” 

Elaborazione originale dei ragazzi partecipanti al laboratorio

I.C.S. di Lendinara (Ro)

DURATA 40 MINUTI

L’agenda rossa di Paolo Borsellino, dopo la strage di via d’Amelio, non è mai stata ritrovata. Il laboratorio teatrale si è concentrato sulle parole che ci sarebbero state scritte, seguendo i percorsi intrecciati delle due parti che lo compongono: le classi seconde si sono dedicate a una ricerca storica e sociale sui motivi delle stragi di Capaci e via d’Amelio; le classi terze si sono concentrate sul tema dell’ingiustizia, collegando le loro emozioni e i loro pensieri a riguardo.

Quello che ne è uscito è un monologo, che verrà letto da più voci: non avendo un tempo adeguato per preparare la parte di movimento, abbiamo preferito valorizzare il testo creato dai ragazzi.

Il laboratorio di teatro-educazione dell’I.C. di Lendinara nasce nel 2017 per volontà degli insegnanti di lettere, in particolare della docente Chiara Nezzo. Si struttura da subito come spazio per la ricerca di tematiche importanti per i ragazzi e per la comunità, cercando di mettere in dialogo le varie componenti della comunità educante.

 

CON: Amine Chayma, Azzi Michelangelo, Baratella Chiara, Berto Agata, Berto Tommaso, Bisaglia Davide, Borile Agata, Brighenti Sofia, Daziale Stella, El Bouhali Aya, Falchi Thomas, Fantato Emma, Fioravanti Rita, Gennaro Lorenzo, Ghirardello Giorgia, Gori Giulia, Kaur Barleen, Lorenzoni Ottavia, Mhanni Adam, Maragno Cesare, Mendoza Elisa Dreianne, Paiola Anna, Prando Francesca, Romani Matteo, Romani Nicola, Romanini Linda, Rossi Francesco, Rubello Luca, Sicchiero Asia, Sicchiero Giorgia, Ventimiglia Francesco, Zanella Joshua.

Regia: Emilio Milani

 

MARTEDÌ 24 MAGGIO 20221 – CinemaTeatro Duomo

“#Ho preso l’influencer”

Liberamente tratto da “Sogno di una notte di mezza estate” di W. Shakepeare

Liceo “Celio-Roccati” e “Gic” – Giovani In Cammino

DURATA 60 MINUTI

Il progetto coinvolge giovani disabili e studenti del Liceo Celio Roccati. L’attività ha visto la realizzazione di tre laboratori integrati:

Teatrale: sono state svolte attività per migliorare le rappresentazioni dello spazio in relazione al corpo, la consapevolezza di sé, le interazioni con il gruppo e la gestualità, si di approccio più tecnico che di approccio più ludico, per poi procedere al laboratorio teatrale orientato all’allestimento dello spettacolo.

Scenografia e Costumi: il team mediante creatività, fantasia e manualità traduce lo sviluppo dello spazio scenico, progetta e realizza le scenografie. Gli studenti del Liceo Artistico si sono occupati anche di progettare-realizzare i bozzetti per il materiale illustrativo; progettare e preparare gli accessori per caratterizzare i personaggi, con materiali di riciclo e riuso.

Danza: un percorso laboratoriale sul movimento e l’espressione corporea curato dalla coreografa Romina Zangirolami che ha permesso ai ragazzi disabili e non, di sperimentare movimento e ritmo come espressione che amplifica l’effetto scenico ed emotivo della performance teatrale

LABORATORIO TEATRO: Avril Doria Dana, Bianchini Maria Chiara, Braiato Giorgio, Casellato Nicolò, Cominato Matteo, Cyrbja Tedy, El Otmani Marwa, Lanfredi Annalaura, Lazzarini Laura, Lombardi Alina, Marcu Loris, Perazzoli Eugenia, Pivari Livia, Rudian Anna, Salvalaio Sofia, Stocco Alice, Veronese Tommaso.

LABORATORIO SCENOGRAFIA E COSTUMI: Baron Benedetta, Bertin Lorenzo, Bezushko Mariia, Casanova Maria Giovanna, Contiero Marta, Da Silva Gabriel, Milan Riccardo, Padovani Giulia, Veronese Petra, Tarasek Carolina, Zambonini Ettore.

LABORATORIO DANZA: Buson Abinet, Cordisco Alessia, Cyrbja Tedy, Dainese Matilde, Paltanin Matteo, Sichirollo Chiara, Verza Sofia.

MERCOLEDÌ 25 MAGGIO 2022 – CinemaTeatro Duomo

“Plancton” 

di Cosquillas Theatre Methodology

gruppo Nati dal nulla – Ferrara

DURATA 60 MINUTI

Le emozioni, come noi, non sono stabili.

Questa instabilità si balena in fragilità.

Che ci fa sentire piccoli, insignificanti; di fronte a lei, noi adolescenti, siamo Plancton.

Regia: Massimiliano Piva

Aiuto regia: Kelvin Pereira dos Santos

 

SABATO 28 MAGGIO 2022 

piazza Vittorio Emanuele II – h 21.00 (in caso di maltempo Teatro Don Bosco)

PRESENTE! di e con TRAVERSO TEATRO – Bologna

Spettacolo vincitore del premio “Scintille 2020” e del premio speciale “ 

e del premio “Omero Antonutti” alle Giovani realtà del Teatro 2019

DURATA 1 h

Ingresso libero

Un’isola di sedie coperte da un cellophane al centro di un palco vuoto.

E poi lo svelamento e l’inizio di un gioco.

“Presente!” è il gioco della vita, rispolverato dalla soffitta.

È testimonianza vissuta, non semplicemente evocata o ricordata; è riflettore puntato sulla vita nel suo sviluppo e divenire, su esseri umani che si muovono, si incontrano, vengono a patti, si ribellano.

Questa ricerca nasce dall’esigenza di entrare in rapporto con qualcosa che ha lasciato squarci in tutti noi, e con cui bisogna confrontarsi per tutta la vita: il mondo dell’infanzia, che è quello della scuola, dell’apprendimento, della scoperta, del disagio, delle cose non dette o dette male. I personaggi sono ragazzi e ragazze che crescono, avanzano, ogni tanto tornano indietro; si formano come individui, studenti, lavoratori, padri, madri, sorelle, fratelli.

Sono consapevoli del fatto che crescere significhi avere la libertà di sbagliare.

Il loro muoversi sul palco serve a dirci che tutti possiamo essere qualunque cosa, possiamo fare della vita ogni uso, andare in ogni direzione: ciò che conta (ciò che resta) è cosa davvero ci spinge avanti, cosa smuove, quali sono i desideri di ciascuno, gli slanci, a cosa si deve rinunciare lungo la strada, di cosa ci si pente, cosa si ricorda.

CON: Davide Albanese, Diego Delfino, Marcella Faraci, Giorgia Forno, Giuseppe Monastra, Michele Onori, Martina Scordino

MUSICHE ORIGINALI: Simone Matteucci, Francesco Fioretti

REGIA: collettiva